Idee per la tua nuova cucina | Una cucina in stile pop
17253
post-template-default,single,single-post,postid-17253,single-format-standard,vcwb,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

Una cucina in stile pop

La cucina pop art

Uno stile d’arredo eccentrico e sgargiante, ideale per gli animi allegri e anticonformisti: stiamo parlando della PopArt.

La PopArt è una corrente artistica nata a cavallo tra gli anni ’50 e ’60, negli Stati Uniti, che è espressione di una cultura popolare, d’ispirazione ironica e con alcuni aspetti kitch.

È anche un’arte che trae origine dai fumetti e dalle immagini pubblicitarie di prodotti di largo consumo.

I MATERIALI E I COLORI

Elemento distintivo dello stile Pop Art sono i materiali plastici, dall’aspetto “finto”: resina, plexiglass, gomma, non mancano poi pelle e legno. Pochi mobili ma molto particolari, dal design distintivo uniti da un unico filo conduttore: i colori sgargianti. Cromie vivaci, colori fluo e tonalità brillanti, quasi esagerate.

GLI ACCESSORI

Nello stile Pop Art la vera grande differenza la fanno gli accessori. Strano a dirsi, ma è uno stile che richiede una certa attenzione verso i dettagli.

A partire dalle pareti, dove l’apposizione di quadri raffiguranti immagini pubblicitarie contribuisce notevolmente a rendere l’ambiente Pop. Parliamo di poster d’autore, serigrafie. Le più diffuse? Quelle raffiguranti cartoons, icone del cinema e marchi pubblicitari.

Un altro dettaglio da non trascurare è l’illuminazione. Lampadari sospesi in materiale plastico, dalle forme bizzarre.

GLI ELETTRODOMESTICI

Scorda il classico grigiore dell’acciaio inox, il bianco laccato o il nero. Gli elettrodomestici devono essere “colore puro”. Sgargianti e appariscenti.