Idee per la tua nuova cucina | Il piano a induzione: vantaggi e svantaggi
16720
post-template-default,single,single-post,postid-16720,single-format-standard,vcwb,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-17.2,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.6,vc_responsive

Il piano a induzione: vantaggi e svantaggi

Il cibo è piacere, gusto, passione e gli italiani sono il popolo degli amanti della cucina per eccellenza. Potremo definirlo un popolo di “cuochi domestici”.
Che lo siano di professione oppure per amore, gli italiani sono dei professionisti nello stare “ai fornelli”. In Italia nulla unisce come la cucina ed ironia della sorte, nulla divide come tutto ciò che ruota attorno alla cucina.

E se c’è un argomento che crea, ad oggi, ancora scompiglio sono proprio loro: i fornelli. Meglio la fiamma viva dei fornelli a gas oppure il design moderno del piano ad induzione? Se all’estero il piano ad induzione spopola nelle vendite, in Italia l’acquisto è ancora frenato dalla scelta del tradizionale piano a gas.

Ma perché acquistare un piano ad induzione? Iniziamo, ad analizzare i motivi per i quali dovresti scegliere un piano ad induzione.

I VANTAGGI

1. Rapidità. Non è un segreto che i tempi di cottura siano più rapidi. L’acqua, per la pasta, inizia a bollire già dopo 3-4minuti. Questo perché nel piano ad induzione il calore si genera dai campi elettromagnetici, che attirati dalla presenza della pentola, portano a cottura ciò che vi è dentro velocemente.

2. Una cottura omogena. Cucinare non è sempre così facile. Quante volte probabilmente hai bruciato qualcosa proprio perché la fiamma era troppo forte? E quante volte la carne era troppo cotta o il riso troppo appiccicoso ? Bene, potrai scordati di queste sensazioni perché grazie al piano ad induzione è possibile scegliere i gradi di cottura in un range che va dai 30 ai 200 gradi.

3. Facili da pulire. Dopo aver mangiato ed essere sazi mettersi a pulire i fornelli a gas è sempre un’attività poco piacevole. Dimenarsi tra spugne, prodotti spray e lo stare attenti ad
i possibili segni nell’acciaio è spesso fastidioso. Pulire il piano cottura è, invece, semplicissimo. Sarà sufficiente un panno in microfibra e dell’acqua, meglio se distillata.

4. Sicurezza. Forse il fattore più importante. Non c’è il rischio di bruciarsi poiché il calore è limitato al perimetro delle pentole. Ma soprattutto non ci sono fiamme alle quali potranno avvicinarsi i bambini . Ricordiamo, anche, che non c’è pericolo di fuoriuscite di monossido di carbonio essendo un piano elettrico e finalmente si può dire addio ai fori di areazione obbligatori per legge per coloro che possiedono fornelli a gas. Dirai, quindi, ufficialmente addio al tubo del gas.

GLI SVANTAGGI

1. Energia. Purtroppo la potenza elettrica assorbita dal piano ad induzione non è indifferente. Per usarli senza problematiche consigliamo di aumentare la potenza del proprio contatore dai tradizionali 3kw.

2. Il cambio delle pentole. Forse non lo sapevi ma probabilmente dovrai dire addio alla batteria di pentole ricevuta come regalo di nozze vent’anni fa perché le pentole per il piano ad induzione non posso essere pentole qualunque. Devono essere rigorosamente ad alto contenuto ferroso.

3. Il costo. Moderno, di design, raffinato, il piano ad induzione ha un costo maggiore rispetto al tradizionale piano di cottura a gas.

Ora che ne conosci pregi e difetti: Tradizione od innovazione? A te la scelta!

Richiedici maggiori informazioni su WhatsApp! Con Ingrosso Cucine potrai progettare la cucina dei tuoi sogni senza impegno, anche online, comodamente da casa. Cosa aspetti?